mercoledì 23 aprile 2008

"Saudade" di Gian Luca Mario Loncrini - Edizioni Libreria Croce - € 15,00


Un volo da San Paolo per l’Europa rimandato.

Una sigaretta chiesta da un bambino cresciuto troppo in fretta.

Una notte trascorsa in uno dei sobborghi più violenti e degradati della grande città brasiliana. Nel corso della quale Sabina riporta alla mente i ricordi più belli e significativi della propria esistenza prima di lasciare la sua terra: i solidi principi dell’umile famiglia di origine italiana; la formazione universitaria come pedagoga; il grande amore per i bambini e per il proprio Paese.

Un romanzo forte, sincero, umile, ma anche coraggioso e a tratti sconvolgente, per comprendere che nulla di quanto si vuole lasciare alle spalle è davvero dimenticato per sempre. E che tornare significa credere fermamente che niente, nel corso della vita, accade per caso.

Il secondo romanzo di Gian Luca Mario Loncrini, reale, provocatorio, ma anche sensibile ai mille problemi che negano l’infanzia a molti bambini di un Paese che ancora non ha trovato il modo di riscattarsi e non essere più considerati terzomondista, rivela realtà agghiaccianti che molti conoscono solo attraverso le censurate cronache che i media propongono.

Senza dimenticare che gli umili, gli emarginati, quelli che convivono coi ‘buoni’ all’ombra degli edifici da loro abitati, vivono i loro sentimenti con la stessa intensità di coloro che popolano il mondo sano, per molti aspetti più marcio e corrotto del loro.

Per acquistare il libro: IBS

Acquista anche IL SOGNO DI POLDO di Matteo Pugliares. Scrivi a librierecensioni@libero.it

Oppure su EDIZIONI CREATIVA
o IBS
o DANAE LIBRI

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Ma è già uscito? Non lo trovo ancora. Se avete notizie fatemele avere! Fede86

Gian Luca Mario ha detto...

Ciao Fede. E grazie per l'interessamento. Sono l'autore del romanzo. Sarà in distribuzione solo tra qualche giorno: questo il motivo per cui non lo si trova ancora. Un caloroso saluto a te e a tutti i miei lettori. GIAN LUCA MARIO

ZioMario ha detto...

Penso di potermi definire un amico dell'autore ( altrimenti non avrei avuto il piacere e l'onore di possedere il libro prima della sua uscita). Questo comunque non influisce sul mio giudizio che è molto positivo. Il primo romanzo di Loncrini è stato per ma una grandissima emozione vissuta insieme al protagonista. In Saudade, sono riuscito ad immedesimarmi in Sabina e nel suo viaggio attraverso le sue esperienze, attraverso le favelas. Se Anche un uomo vi è piaciuto, non dovete farvi scappare Saudade, perchè le emozioni respirate nel primo racconto, qui sono ancora più forti. Un libro assolutamente da leggere perchè di libri così belli non ne escono molti, specialmente in Italia, e di autori italiani. Grazie a Gian Luca per il meraviglioso modo che ha di scrivere e di emozionare

Mery ha detto...

Di solito non leggo i romanzi , ma questo è veramente bello è vivace, costringe il lettore all'attenzione ,la storia è profonda ed emozionante.Anche la descrizione geografica del luogo dove si svolge la vicenda è molto dettagliato e reale .Complimenti all'autore per la sua sottile sensibilità. Ve lo comsiglio

lu-pt ha detto...

luca,vou escrever poucas palavras mais sera sucifiente para q vc saiba o q vc e especial,obrigada por escrever esse livro(saudade)maravilhoso,pq quem sabe o q significa saudade,consegue entender a vida.PARABENS,E VC PODE TER CERTEZA Q NOS BRASILEIRO SOMOS ORGULHOSOS DE SABER Q EXISTE PESSOAS COMO VC.LUCIARA(AMIGA DA MERY)

lu-pt ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Christine de Grandi ha detto...

Meraviglioso! Avendo da poco terminati gli studi superiori, di libri nè ho letti e di vari generi...Non si finisce mai di leggere e di imparare, e non sono mai troppi o tanti i libri che vengono letti negli anni, ma posso
assicurare e confermare che Saudade è uno dei pochi libri che mi hanno fatto emozionare e che mi hanno commossa... Parla innanzitutto di un problema reale e
grave che affligge una parte di mondo di sicuro non identificata solamente in quell'angolo di Brasile, ma è uno spunto utile per chi fa politica e ne
partecipa, per provare a cambiare le cose...
E le cose si possono cambiare...
Dal mio canto di lettrice posso ripetere di essere soddisfatta di questa lettura e molto molto ORGOGLIOSA!